In caicco nelle isole Egadi di Favignana e Levanzo

“Io sono nato in Sicilia e lì l'uomo nasce isola nell'isola.” - Luigi Pirandello

Una giornata a bordo di un caicco in legno nelle acque dell’area marina più grande d’Europa: le isole Egadi. Salpiamo per le isole di Favignana e Levanzo, solcando un mare che ha tante storie mitiche da raccontare e una bellezza infinita da scoprire.

La destinazione del viaggio sono due isole dell'arcipelago delle Egadi: Favignana la farfalla e Levanzo, la più piccola e selvaggia.

Una volta salpati verso Favignana è impossibile stancarsi degli scenari che si aprono dinanzi agli occhi: le famose e spettacolari cale - Cala Rossa, Cala Azzurra, Bue Marino - il mare cristallino della riserva naturale, i paesaggi mitici in cui approda Ulisse, raccontati nell'Odissea.

Il nome Cala Rossa, ad esempio, si dice derivi da una battaglia navale punica: una lotta sanguinosa, in cui i Romani ebbero la meglio sui Cartaginesi. Una lotta che trasformò le acque blu della cala in rosso sangue.
Ancorati al largo dell'isola, il capitano offre ai passeggeri un pranzo da lui stesso preparato, a base di prodotti tipici siciliani: couscous e grigliata di pesce fresco. Al termine, una sosta al porticciolo, per visitare liberamente le vie del centro storico dell'isola.

Lasciata Favignana, una tappa a Levanzo per un altro bagno nel blu. Su richiesta l’equipaggio fornisce tutta l'attrezzatura per fare un po' di snorkeling e scoprire i fondali marini di questo piccolo paradiso, situato all’estremo occidente della Sicilia, che vanta di essere l’area marina protetta più grande d’Europa.

Levanzo è la più piccola dell’arcipelago delle Egadi, una bianca terrazza sul mare. Un centinaio di abitanti e nessuna strada, primitiva e selvaggia, l'isola è un ricordo dal sapore salmastro e dalle sfumature azzurre.
Michele, il capitano del veliero turco Ariva II, è un uomo d’acqua che nasce sul lago di Garda. Appassionato di apnea, pesca subacquea e immersioni, ha navigato in velieri turchi, lungo le coste baciate dal mar Mediterraneo e tra le isole greche. Affascinato dalla cordialità tipica Siciliana, ha infine scelto come meta la stessa di tanti navigatori del passato: Trapani e le Egadi, isole omeriche e di mattanza.

Questo caicco in legno è pronipote dell’Amerigo Vespucci e lungo ben 26 metri, che lui sente (e fa sentire) come la sua casa: insieme all'equipaggio, aspetta i passeggeri al porto di Trapani col sorriso ed un cocktail di benvenuto. Il caicco ha ampi spazi (prendisole personali, angolo bar) e può ospitare fino a 30 persone.

Ideale per

appassionati di mitologia greca, romantici pirati.

Di cosa hai bisogno:

costume da bagno.

Chi incontrerai:

il capitano Michele e i due marinai del suo equipaggio, altri passeggeri del veliero.

Durata

8h (alle 9.30 o 1pm)

Meeting point

Banchina marinella, Via ammiraglio Staiti 95, Trapani

Incluso

Pranzo e bevande.

Non incluso

Tassa di transito per l'area marina protetta delle Isole Egadi.