Festa di Sant'Agata a Catania

La festa di Sant'Agata è la più importante festa religiosa di Catania, che si svolge dal 3 al 5 febbraio in tre giorni di culto, tradizioni e folklore. 

La processione

I festeggiamenti durano per ben tre giorni, periodo in cui la città si anima per celebrare la propria santa patrona. Durante il primo giorno si assiste all'usanza secondo cui devono essere donate delle candele alte quanto la persona che le dona, al fine di ricevere la protezione della santa. Le candele vengono raccolte da due carri settecenteschi che vengono portati in processione per la città. La giornata si conclude infine con dei giochi pirotecnici in piazza Duomo.

Nella seconda giornata, quella del 4 febbraio, molti cittadini scendono per le strade della città in dei camici votivi in tela bianca e berretti neri:  gli indumenti che i catanesi indossavano quando le reliquie della santa furono portate da Costantinopoli nel 1126. Durante questa giornata, viene anche aperto il cancello della cattedrale. Viene portato in processione non solo il busto, abbellito da oro e pietre preziose, ma anche uno scrigno contenente le reliquie. Il fercolo viene trasportato per l'intera città, per l'intera giornata fino a notte fonda.

Nel terzo giorno, inizia la seconda parte della processione, ossia la santa viene portata in giro per il Borgo. I cittadini indossano tutti il camice bianco e gridano "viva sant'Agata!" , agitando dei fazzoletti bianchi.  Durante la tarda notte del 5 febbraio, il busto della santa raggiunge via Crociferi, momento in cui la santa saluta la città prima di ritirarsi. A quel punto, si alzano i canti angelici delle monache di clausura.

Le candelore

Durante la festa di Sant'Agata vengono fatte sfilare le candelore, grandi ceri che vengono rivestiti con decorazioni artigianali, putti in legno e fiori. Le candelore sono in tutto 11 e ognuna di loro ha una propria identità, in base alla forma, al modo in cui viene fatta ondeggiare e alle decorazioni. Vi è quella dei fruttivendoli, dei pescivendoli, dei macellai, e tante altre.

Le candelore vengono fatte sfilare sempre nello stesso ordine e la prima a sfilare è quella degli abitanti del quartiere di San Giuseppe La Rena.

I dolci

Come ogni festa patronale che si rispetti, anche la festa di Sant'Agata possiede dei propri dolci tradizionali. I più famosi sono i "Cassateiddi di Sant'Aita" e le "Olivette".  I nomi di entrambi i dolci fanno riferimento ad eventi importanti della vita della santa.  

Maggiori informazioni: www.comune.catania.it

Dove

Quando

03/02/2020 - 05/02/2020