L'architettura di Renzo Piano

Renzo Piano è il famoso architetto nato a Genova nel 1937, la cui fama è divenuta internazionale in seguito alla realizzazione dei suoi progetti d'architettura futuristici e funzionali. La sua formazione affonda le sue radici al Politecnico di Milano e all'Università di Firenze ove ha modo di interfacciarsi con la disciplina che diverrà il suo futuro lavoro.

Il primo lavoro che fornì a Renzo Piano il successo fu il progetto del Centro Georges Pompidou situato a Parigi. Questo lavoro era impregnato delle tendenze moderne e high tech dell'artista che voleva servirsi delle innovazioni tecnologiche per dar vita a progetti mai visti prima. Vetrate dalle forme geometriche, colori sgargianti e stili all'avanguardia sono i punti distintivi di ogni suo lavoro. Ovviamente, Renzo Piano non poté che realizzare alcune opere monumentali anche all'interno della sua amata Genova, dei veri e propri pezzi di storia e tradizione, delle attrazioni imperdibili da visitare se si è nei pressi della città Ligure.

Le opere di Renzo Piano a Genova

Numerose sono i progetti realizzati da Renzo Piano a Genova, tra essi figura la restaurazione del Porto Antico di Genova all'interno del quale sono state edificate diverse strutture ad opera del famoso artista; la Biosfera, il Bigo, l'isola delle chiatte e la Piazza delle feste. Il progetto principale da cui tutto prende vita è la restaurazione del Porto Antico di Genova, per il quale l'architetto ha ideato un progetto fantasmagorico in grado di donare nuova linfa ed essenza alla meravigliosa città che si affaccia sul mare.

Il progetto del Porto di Genova affonda le proprie basi nella volontà dell'architetto di ricongiungere la città con il mare, cercando di rendere questa zona abitabile e ricca di personalità e storia. Questo  nasce dalla voglia dell'architetto di restituire vitalità ed essenza intrinseca al porto, attuando un lavoro di riqualificazione dell'intera zona. Il progetto prende vita nel 1992 in occasione dell'Expo e consiste nel rendere l'intera area un polo multifunzionale all'interno del quale i cittadini e i turisti possano sentirsi come a casa propria.

Per tanti anni il porto è stato abbandonato a sé stesso e sono state trascurate tutte le sue funzioni. Nel 1992 il progetto prende avvio e da quel momento in poi l'architetto si adopera per dar nuova vita ad ogni singolo angolo della zona portuale edificando delle strutture incredibili e super funzionali.

La piazza delle Feste

La prima opera che vale la pena menzionare è la Piazza delle Feste, una solida struttura realizzata in acciaio che si innalza verso il cielo partendo dal mare. È una vera e propria piazza che ospita eventi, concerti e feste di ogni tipo, un punto di ritrovo meraviglioso ideato per congiungere i cittadini genovesi in un luogo luminoso e ben strutturato. Questa struttura è multifunzionale infatti d'estate offre il suo ampio spazio come struttura per realizzare feste ed eventi, mentre d'inverno si trasforma in una magica pista di pattinaggio sul ghiaccio. La caratteristica architettonica fondamentale consiste nel complesso sistema di cavi che la sorregge, conferendole un aspetto moderno e futuristico.

Il bigo

Sorretto da questa struttura vi è un altro lavoro svolto ad opera dell'architetto Renzo Piano: si tratta del Bigo. È un ascensore panoramico super veloce, che riesce ad innalzare i suoi passeggeri fino a 40 metri dall'acqua consentendo loro di vivere un’esperienza sensoriale a 360 gradi potendo ammirare il panorama mozzafiato dall'alto. Il nome di questa struttura trae origine dallo strumento utilizzato per la sua realizzazione, una gru per il carico e lo scarico nel settore navale.

Quest'ascensore, oltre ad essere un'importante attrattiva visiva, svolge anche una funzione primaria; essa è una colonna portante per il mantenimento del tendone che ricopre piazza delle feste. All'interno dell'ascensore si potrà godere di una visita guidata con sottofondo musicale che consentirà di vivere la città di Genova dall'alto essendo seguiti da una voce esperta. La bellezza e la funzionalità di questa struttura la rendono una delle maggiori attrattive dell'Antico Porto di Genova.

La biosfera

La biosfera è una struttura in acciaio e vetro a forma di sfera creata nel 2001, all'interno della quale è possibile vivere l'esperienza del clima tipico di una foresta tropicale. All'interno della biosfera è presente una riproduzione fedele di un tipico ambiente tropicale, con piante caratteristiche, come ad esempio le felci arboree e la passiflora, una pianta nota nelle atmosfere tropicali per le tante farfalle che vi si depositano. La particolarità di questa struttura consiste dell'atmosfera complessiva che si vive entrando al suo interno; improvvisamente si verrà catapultati all'interno di un mondo tropicale con tanto di animali come tartarughe, pesci, e insetti. Insomma, la biosfera è un piccolo polmone verde situato all'interno di un'area completamente moderna e urbanizzata.

L'isola delle chiatte

La bravura e l'estro di Renzo Piano non si ferma alla creazione della biosfera. L'isola delle chiatte è un'altra struttura sorprendente realizzata dal medesimo architetto; essa consiste in una piattaforma galleggiante sulla quale sono posizionate alcune delle chiatte storiche in uso all'interno dell'Antico Porto di Genova. Questa struttura consente di ammirare un'opera colorata e multiforme all'interno della quale convergono diverse barche di tante forme e dimensioni che galleggiano sull'acqua producendo dei cigolii e dei rumori molto gradevoli tipici dell'atmosfera portuale genovese. Un insieme di luci naturali e suoni convergono all'interno di questo speciale lavoro che conferisce un tocco di storia antica ad un luogo completamente rinnovato e modernizzato.

Visita il sito della regione Liguria per maggiori informazioni
Scopri le nostre case a questo link
Non perderti le nostre esperienze