Bologna viene spesso definita la grassa, e questo appellativo si addice un po’ a tutta la regione, che pullula di cibo gustoso e piatti che sono diventati il simbolo della cucina Italiana all’estero. La cucina dell’Emilia-Romagna affonda le sue radici in una tradizione molto antica che si è tramandata nei secoli. Il maiale è tra i protagonisti di questa tradizione culinaria, utilizzato in numerosi piatti, così come in salumi quali la mortadella o il prosciutto.

In questo articolo, troverai una selezione di piatti tipici dell’Emilia-Romagna, quelli che sintetizzano al meglio la tradizione culinaria di questa regione.

Mortadella

Partendo dagli antipasti, come non menzionare la mortadella. Originaria di Bologna, è un grande insaccato, realizzato con carne di maiale cotta e mescolata con dei cubetti di grasso, aromatizzata con pepe e pistacchio. È un cibo molto antico, le cui origini risalgono addirittura ai tempi dell’Antica Roma.

Prosciutto

Rimanendo nell’ambito degli antipasti, vi è il prosciutto, un salume tipico, soprattutto nell’area di Parma. Il prosciutto crudo, per l’esattezza, è un salume che viene realizzato con una salatura a secco della coscia del maiale, quando quest’ultimo è diventato molto grasso. Anche questo salume è molto antico, le cui origini risalgono addirittura agli etruschi.

Parmigiano Reggiano

Il Parmigiano Reggiano DOP è un altro prodotto tipico dell’Emilia-Romagna, in particolare dell’area di Reggio Emilia, Parma, Modena e Bologna. Viene realizzato con il latte di vaccino crudo, che viene parzialmente scremato e successivamente stagionato.

Il Parmigiano può essere usato in cucina in diversi modi, ma può anche essere mangiato a scaglie e gustato come antipasto.

Crescentine

Le Crescentine sono un altro antipasto della cucina dell’Emilia Romagna e, a seconda della provincia, assumono nomi diversi, quali gnocco fritto o torta fritta. Il piatto, però, è lo stesso, e consiste in un impasto di farina, acqua, sale, strutto e latte, che viene fritto e successivamente servito a tavola assieme ai formaggi e ai salumi.

Erbazzone

L’Erbazzone è un altro tipico antipasto emiliano dalle origini molto antiche. Si tratta di una torta salata riempita con bietola, che viene amalgamata con uova, cipolla e Parmigiano. Viene principalmente consumato tra Giugno e Novembre, che è il periodo in cui cresce la bietola.

Tagliatelle al ragù

Entrando nel forte della cucina dell’Emilia-Romagna, troviamo un piatto che è famoso in tutto il mondo e che rappresenta la cucina italiana all’estero: le tagliatelle al ragù. Si tratta di pasta all’uovo sottile e rigorosamente tirata a mano, che viene condita con il classico ragù, realizzato con cipolla, carota, sedano, sugo e carne macinata.

Lasagne alla Bolognese

Questo piatto è un grande classico della cucina emiliana. Chi non ha mai mangiato le lasagne? Le lasagne vengono realizzate sovrapponendo sfoglie di pasta all’uovo, separate dalla salsa al ragù e un po’ di formaggio. Vengono poi infornate e successivamente portate in tavola, pronte per essere degustate.

Una curiosità: sapevi che le lasagne sono il tipo di pasta più antico? Le testimonianze risalgono, infatti, addirittura al periodo romano attraversato dalla penisola.

Tortelli

I tortelli sono un altro primo piatto tipico della cucina dell’Emilia-Romagna. Si tratta di pasta fresca che viene tirata a mano, che viene riempita con erbe, carne, zucca o patate. A Bologna, vengono solitamente mangiati in brodo, con un gusto inconfondibile.

Piadina Romagnola

La Piadina Romagnola è un altro piatto tipico di questa regione. Si tratta di una focaccia molto sottile fatta con farina di grano, strutto e lievito che viene cotta su un disco di terracotta. Viene poi riempita con salumi, formaggi e verdure e successivamente piegata, pronta per essere gustata.

Zampone

Lo zampone, ormai mangiato in tutta Italia, è originario dell’Emilia-Romagna. Consiste in un tritato di carne di suino, che viene preparato con spezie e aromi. Successivamente viene insaccato nella zampa del maiale, lessato in acqua e servito con delle deliziose lenticchie. Un piatto molto antico, che viene consumato soprattutto nel periodo natalizio.

Torta di tagliatelline

Tra i dolci tipici dell’Emilia-Romagna vi è la torta di tagliatelline. Si tratta di un dolce a base di pasta frolla, riempito con un primo strato di mandorle, burro e zucchero, strato che viene successivamente ricoperto di tagliatelle all’uovo.

Si tratta di un dolce originario di Molinella, diffuso poi in tutta la regione.

Le nostre case a Bologna

27 Maggio 2021