leggi le nostre misure anti Covid-19
Iscriviti per avere il 10% di sconto
Possibile cancellazione gratuita

Il Golfo dei Poeti e le sue meraviglie

La Spezia

Il primo ad attribuire il nome “Golfo dei poeti” all’area del Golfo della Spezia fu il drammaturgo ligure Sem Benelli; da allora l’appellativo viene usato universalmente per indicare un’area ricca di tesori da scoprire e meraviglie da esplorare.

Il borgo di Portovenere

Questo borgo è il più piccolo tra quelli compresi nella provincia di La Spezia e sorge su una piccola penisola, di fronte alla quale si possono ammirare tre isole: il Tino, il Tinetto e la Palmaria, unica delle tre ad essere abitata. Portovenere è un vero e proprio gioiello, noto per le sue spiagge, i panorami e la presenza di  importanti monumenti artistici.

Tra questi si segnalano la Chiesa di San Pietro, lo splendido Santuario della Madonna Bianca e il Castello Doria.

La Chiesa di San Pietro, eretta su un promontorio a picco sul mar Ligure, è caratterizzata da uno stile gotico ligure riconoscibile nel rivestimento di pietre bianche e nere alternate; l’edificio è menzionato nelle opere di Eugenio Montale che dedicò diverse poesie a Portovenere.

Un altro edificio religioso molto interessante è la Chiesa di San Lorenzo che, pur risalendo ai primi anni del XII secolo, gode di un ottimo stato di conservazione, grazie ai restauri che si sono succeduti nel tempo; situata nelle vicinanze del Castello Doria, è sede della festa della Madonna Bianca, che vi si svolge ogni anno nel mese di agosto.

Il Castello Doria rappresenta la tipica fortezza dell’architettura militare genovese.
Con la sua forma pentagonale, i suoi bastioni, le scarpate e le muraglie, si presenta al turista come il punto di incontro tra passato e presente e viene utilizzato anche come "location" per ricevimenti privati e matrimoni civili, che spesso hanno luogo sulla terrazza o negli splendidi giardini.

Il territorio di Porto Venere presenta anche incantevoli grotte marine; tra queste la più bella e la più celebre è la Grotta Byron che si trova proprio sotto al promontorio della Chiesa di San Pietro.
Questa grotta deve il nome al celeberrimo poeta inglese che vi si recava spesso per trovare ispirazione.

Per gli amanti del mare è possibile visitare le grotte marine e le tre isole con un tour in battello; una volta raggiunta Palmaria, si possono effettuare escursioni naturalistiche e sostare in spiagge incantevoli, quali la Spiaggia del Terrizzo e la Spiaggia del Pozzale.

Lerici

Di origine etrusca, Lerici si trova in una piccola insenatura della costa e incarna l’ideale classico del borgo marinaro ligure.
Il borgo, oggi, fa parte del l’area protetta del "Parco naturale regionale Montemarcello" ed è visitato ed apprezzato dai turisti in tutte le stagioni.

Tra i monumenti assolutamente da visitare a Lerici c’è il Castello, una fortificazione a forma ottagonale che si trova su un promontorio e domina dall’alto il territorio che lo circonda. Le sale del Castello custodiscono reperti e manufatti provenienti da epoche lontane ma anche opere di artisti contemporanei come Guttuso, De Chirico e Warhol che trovano spazio in allestimenti temporanei di grande impatto.

Imperdibili, per chi visita Lerici, sono anche le chiese e i santuari arricchiti da opere artistiche di grande valore.

Ad esempio, la Chiesa di San Francesco (conosciuta anche come Santuario di Nostra Signora di Maralunga), al cui interno si trovano opere di notevole pregio come il pulpito del 1706 e pitture che ritraggono San Giovanni battista e la Madonna con Bambino.

Durante i mesi estivi, Lerici è considerata una meta ambita grazie soprattutto alle sue bellissime spiagge, come la nota Baia Blu, situata tra Punta Galera e Punta Santa Teresa, dalla quale si gode di una vista mozzafiato.

Tellaro

Tellaro si trova nel comune di Lerici, del quale è frazione. Chiamato anche la "sesta terra", è stato inserito nell’elenco dei "borghi più belli d’Italia".
Le sue case arroccate sulla montagna e coloratissime, insieme alle intricatissime e strette vie del centro, danno vita ad un paesaggio di splendida bellezza ed armonia.

Tra le attrazioni da visitare a Tellaro, si segnala la Chiesa di San Giorgio, che si trova su uno sperone di roccia ed è ricordata per le molte leggende che la vedono protagonista. Secondo uno di questi racconti, il rintocco delle campane della chiesa, miracolosamente suonate da un polpo, misero in allerta la popolazione di Tellaro che riuscì a scampare a un’incursione dei pirati saraceni.

Degno di una visita, è anche l’oratorio di Santa Maria in Selàa che fu costruito come fortificazione e successivamente trasformato nella sede di una confraternita religiosa, quella dei Battuti di Santa Maria. Oggi ospita le sale di un museo.

Anche a Tellaro si trovano spiagge bellissime, tra le quali la piccola spiaggia libera della Vittoria, ideale per tutti gli amanti del mare; i più audaci possono invece raggiungere via mare gli “Spiaggioni”, e apprezzarne la natura selvaggia e incontaminata.

L’enogastronomia del Golfo dei Poeti

Per assaporare la vera essenza del Golfo dei Poeti bisogna assaggiare i prodotti tipici della cucina locale. Tra le numerose specialità spiccano il polpo alla tellarese, la cui ricetta trae ispirazione proprio dall’antica leggenda; questa pietanza è protagonista della annuale  Sagra del Polpo di Tellaro.

Un’altra specialità sono gli "Sgabei", una pasta di pane lievitata che viene servita dopo essere stata fritta e farcita in versione salata, con affettati e formaggi, oppure in versione dolce, con cioccolato e crema.

Leggi tutto Mostra di meno

La Spezia