C’è stata un po’ di confusione nel DPCM del 14 gennaio 2021 riguardo le seconde case, sia quelle di proprietà che quelle in affitto. Il Governo ha poi fornito ulteriori spiegazioni, che riportiamo in questo articolo per fare un po’ di chiarezza sull’argomento e darvi alcune idee su come trascorrere questa fase della pandemia.

Cosa si può fare e cosa no

Secondo il DPCM del 14 gennaio 2021, è consentito tornare alle seconde case. Dalle FAQ del Governo si legge, infatti, che è consentito far ritorno alla propria residenza, domicilio o abitazione, senza che sia esplicitato alcun limite riguardante le seconde case. Nonostante questo, però, dal momento che è una condizione rilegata al “rientro”, è possibile recarsi presso le seconde case soltanto nel caso in cui siano state affittate o comprate prima dell’entrata in vigore del DPCM, ossia prima del 14 gennaio. È scritto nelle FAQ che “sono dunque esclusi tutti i titoli di godimento successivi a tale data”. Il rispetto di tali requisiti può essere verificato sia attraverso una copia di un eventuale contratto o atto notarile, oppure anche da un’autocertificazione, che verrà controllata successivamente.

Come scrive La Repubblica, tale divieto di spostamento è valido, per il momento, fino al 15 febbraio, giorno da cui la situazione potrebbe cambiare. Successivamente a tale data, di conseguenza, potrebbe essere possibile lo spostamento verso eventuali seconde case prese in affitto anche dopo il 14 gennaio 2021: sarebbe il momento giusto per prenotare una casa da cui poter lavorare in smart working.

Il lockdown nelle nostre case

Sembra l’occasione perfetta per lavorare in smart working in una località lontana da casa. In virtù di tale possibilità, noi di Wonderful Italy abbiamo deciso di proporvi degli affitti a medio termine della durata minima di un mese nelle nostre case. In tal modo, potrete lavorare da una seconda casa, magari circondati dalla natura e lontani dagli stressanti ritmi della città, dalla vostra routine e da quelle quattro mura che diventano ogni giorno sempre più opprimenti.

Le nostre case per lo smart working

Vi consigliamo di dare uno sguardo alle nostre case abilitate allo smart working e scegliere quella che fa più al caso vostro. La selezione è molto ampia, a dimostrazione del fatto che troverete sicuramente la casa perfetta per le vostre esigenze. Avrete la possibilità di trascorrere del tempo in ville circondate dalle campagne pugliesi, appartamenti vista mare in Sicilia, terrazze che affacciano sul golfo di Napoli o tra i vicoletti di Genova: il lockdown non vi sembrerà poi così male!

Le nostre case sono sempre sanificate secondo le norme previste dal protocollo di sicurezza W.I.T.H., per assicurarvi un soggiorno in totale tranquillità.

Vi ricordiamo, inoltre, che è possibile usufruire della cancellazione gratuita della vostra prenotazione, molto utile nel caso foste impossibilitati a recarvi presso la casa prenotata.




21 Gennaio 2021