leggi le nostre misure anti Covid-19
Iscriviti per avere il 10% di sconto
Possibile cancellazione gratuita

Napoli, la città partenopea

Napoli

Non è sufficiente fare una passeggiata di una giornata nella città per ammirarne tutti i contorni e le bellezze, primo: perché racchiude in se una storia millenaria fatta di archeologia straordinaria, tradizione, cultura gastronomica e bellezze geologiche che offrono panorami mozzafiato; secondo: perché Napoli è una città che va vissuta, conosciuta con calma per apprezzarne tutte le caratteristiche (e sono davvero tante).

Breve storia di Napoli

Città di una densità abitativa al terzo posto dei comuni più popolati in Italia e anche dell'Unione Europea, Napoli presenta una storia ricca che risale al VII secolo a.C., quando fu fondata dai Cumani e divenne una delle città più importanti di tutta la Magna Grecia per vari motivi. Innanzitutto, per la sua posizione nel mediterraneo che domina il Golfo di Napoli, cuore pulsante degli scambi commerciali. In secondo luogo, per la sua cultura capace di influenzare le popolazioni circostanti.

Nel secolo VIII, dopo il crollo dell'Impero Romano, Napoli divenne un ducato autonomo e si dichiarò indipendente dall'Impero Bizantino, circa seicento anni più tardi divenne la capitale del Regno di Napoli e nel periodo della Restaurazione continuò ad essere la Capitale del Regno delle Due Sicilie, sotto il dominio dei Borbone, fino alla completa Unità d'Italia.

La sua straordinaria competenza culturale ha proiettato la città subito nell'avanguardia dell'istruzione universitaria, infatti la Federico II è l'università statale più antica di tutta Europa, l'Orientale è l'università di lingue più grande e antica d'Europa, ed anche nel settore militare la Nunziatella è fra le più antiche accademie al mondo. Queste poche nozioni bastano per comprendere meglio l'incredibile patrimonio culturale, storico, artistico e religioso che Napoli conserva fra i suoi vicoli.

Cosa fare e cosa vedere a Napoli?

Per visitare bene la città e ammirare tutte le opere, avrete bisogno di una vacanza che va dai 4 ai 7 giorni. È possibile optare anche per un week end ma di sicuro non riuscirete a visitare tutta la città. Le cose da fare, da vedere e da provare, sono davvero tante, numerosi monumenti e scavi archeologici sono presenti in ogni quartiere, nascosti nei vicoli, e le opere architettoniche sono imponenti e molto belle, per questi motivi e per la vasta varietà dei popoli che in passato l'hanno abitata, Napoli presenta uno dei patrimoni culturali e archeologici più grandi e imponenti al mondo.

Monumenti e architettura: un tesoro prezioso della città partenopea

Una delle vie più famose è sicuramente Spaccanapoli, come indica il nome, questa strada spacca letteralmente in due la zona centrale della città, dai Quartieri Spagnoli al quartiere Forcella. In circa 20 minuti potrete attraversarla e trovarvi dall'altra parte, ammirando le numerose bancarelle di artigianato, negozi, le pizzerie e i ristoranti di cucina tradizionale napoletana.

Attraversando lo Spaccanapoli potrete deviare per via Roma, cuore centrale dello shopping, proseguendo in direzione mare giungerete a Piazza Plebiscito, una delle più famose e iconiche piazze della città. Andando oltre, potrete ammirare il Maschio Angioino, una delle strutture meglio conservate al mondo, situato vicino alla Biblioteca Nazionale che affaccia su Piazza Plebiscito. Oltrepassando la piazza e seguendo il lungo mare, giungerete a Castel dell'Ovo, una fortezza che sembra nuova di zecca ma che in realtà è il castello più antico di Napoli. Se invece attraverserete tutta Spaccanapoli in direzione del quartiere Forcella, potrete ammirare Piazza del Gesù con il suo imponente Obelisco dell'Immacolata, Piazza San Domenico e il famosissimo vicolo di San Gregorio Armeno, dove si fabbricano le statuette per il presepe e non solo, artigianato famoso in tutto il mondo.

La Strada parallela a Spaccanapoli è Via dei Tribunali, qui potrete ammirare numerose chiese e continuare fino a Port'Alba, incantevole vicolo dove sono presenti numerosi negozi di strumenti musicali, e dove è situato il Conservatorio. Proseguendo potrete giungere a Piazza Dante. Da qui se proseguite verso sud giungerete a Via Roma, verso nord vi dirigerete al Museo Archeologico Nazionale.

Nella zona del quartiere Vomero, potrete giungere alla Certosa di San Martino, dove è ubicato al suo fianco il terzo castello della città: Castel Sant'Elmo. Da qui il panorama sulla città è semplicemente unico, straordinario, mozzafiato. I monumenti, le scoperte archeologiche e l'architettura della città, costituiscono un vero e proprio tesoro unico al mondo. Ra le chiese e Basiliche più famose, potrete ammirare Santa Chiara e San Domenico Maggiore, situate nella zona di Spaccanapoli, ma le strutture ecclesiastiche sono davvero tantissime e sparse in ogni zona della città. La Cattedrale di Santa Maria Assunta è il Duomo della città, che sorge nell'omonima strada situata fra Spaccanapoli, via dei Tribunali e il quartiere Forcella.

Pompei ed Ercolano

Una volta arrivati a Napoli per trascorrere la vostra vacanza, avrete la possibilità di tornare indietro nel tempo di circa 2000 anni. No, non stiamo scherzando e non troverete nessuna macchina del tempo, semplicemente, dovrete recarvi alla Stazione Garibaldi e prendere il treno in direzione Scavi di Pompei ed Ercolano: questo è l'unico portale temporale disponibile. Le città di Ercolano e Pompei furono sepolte dall'eruzione del Vesuvio del 79. Questi ritrovamenti archeologici sono i più importanti, in quanto ci mostrano le due città esattamente nel momento in cui furono sepolte dalla lava. Se avete a disposizione due giorni in più, potrete tornare indietro nel tempo e passeggiare in luoghi remoti gustando questi reperti e ammirando le architetture antiche.

Cultura gastronomica e tradizione culinaria partenopea

Tra una chiesa e un monumento e dopo le passeggiate per i vicoli meravigliosi che custodiscono reperti storici unici, non c'è nulla di meglio che rifocillarsi degustando i piatti e le specialità della cucina più ricca al mondo. I motivi per cui la cucina napoletana è la più completa sono davvero tanti, le influenze dei vari popoli hanno creato mix di piatti poveri e ricchi unici, le bontà spaziano dai dolci ai rustici, dal pesce ai salumi, dai latticini ai formaggi.

È superfluo ma necessario indicare la famosa pizza, sono davvero tantissimi i ristoranti e le pizzerie che offrono le migliori, le originali napoletane, sono situati principalmente fra il quartiere Forcella, Via dei Tribunali e Spaccanapoli. Durante le passeggiate potrete fermarvi e fare uno spuntino nei numerosi ristoranti che offrono pietanze da asporto: frittatine di maccheroni, pizzette, calzoni, mozzarelline impanate, sciurilli, scagliozzi e tante altre specialità. Numerosi sono i piatti di mare e le carni che potrete degustare. Fra i primi piatti non dovete dimenticare di mangiare la pasta e fagioli, pasta con calamari, gli spaghetti con vongole, gli spaghetti alla puttanesca, i paccheri con zuppa di pesce e la pasta al ragù. Ottimo anche il pane cafone, che aiuta ad accompagnare i salumi tipici o la mozzarella di bufala, la provola affumicata e le salsicce di maiale. I ristoranti tipici sono davvero tanti, sono presenti, inoltre, numerose friggitorie che vantano un'esperienza quasi centennale e che offrono tantissime bontà.

Per quanto riguarda i dolci, potrete assaggiare le famosissime sfogliatelle, le nuvolette, i babà, le zeppole di San Giuseppe, la pastiera, i mostaccioli, gli struffoli e la torta caprese. Ogni delizia sia per quanto riguarda il dolce che il salato che i piatti, ha radici molto antiche che si perdono nella tradizione culinaria partenopea.

Leggi tutto Mostra di meno

Napoli